Via Castellana Bandiera

06/12/2013 – 08/12/2013

Proiezione unica ore 21

Titolo
originale
Regia
Interpreti

Origine, Anno , Soggetto
Fotografia Sceneggiatura
Scenografia Musica
Montaggio Produzione
Distribuzione Durata

Alla fine della proiezione di Via Castellana Bandiera, le possibili perplessità sull’esordio al cinema di Emma Dante si sono dissolte in un applauso convinto e caloroso: forse non è nato un nuovo autore cinematografico ma il suo film è forte e compatto, pieno di rabbia e di vitalità, tanto più sorprendente quanto lo spunto poteva sembrare a rischio. Nell’omonima via palermitana, dove la regista ha vissuto per anni e che la scenografa Emita Frigato ha ridotto a un budello, due auto si trovano muso contro muso: da una parte Rosa e Clara (cioè Emma Dante e Alba Rohrwacher) dall’altra una parte della famiglia Calafiore che si fa scarrozzare dalla suocera Samira (Elena Cotta). Nessuna vuole cedere il passo: questione di principio e di arroganza ma anche di rabbia (Rosa ha appena litigato con Clara e forse il loro amore è finito; Samira sembra cercare una “rivincita” sul genero che la schiavizza dopo la morte della moglie). È l’improvviso braccio di ferro coinvolge pian piano gli abitanti della strada, gli automobilisti che rimangono a loro volta bloccati, i sogni di guadagno di chi è pronto a raccogliere scommesse su «chi ha le corna più dure». Emma Dante deve provare un profondo amore-odio per la sua città (così come il suo cosceneggiatore Giorgio Vasta) perché il quadro che ne esce è angosciante e agghiacciante insieme: l’umanità è mossa dai sentimenti più bassi, il confronto diventa subito scontro, ogni parvenza di moralità svapora di fronte all’interesse all’arroganza. E la trovata della strada che man mano si allarga serve a sottolineare come la lite si regga sul bisogno di ribadire la propria forza non su un dato di fatto oggettivo. A volte lo stile manca di quella radicalità che a storia poteva richiedere: si capisce che la Dante è abituata a lavorare sui volti e sui corpi più che sulle inquadrature e le sequenze, ma il film ha un’energia contagiosa e l’immagine finale, con tutte quelle persone che sembrano lemming attratti dal vuoto, è di quelle che non si dimenticano.
(Paolo Mereghetti – Il Corriere della sera)

Titolo originale:
Via Castellana Bandiera
IMDB:

http://www.imdb.com/title/tt1966637

Regia:
Emma Dante
Cast:
Alba Rohrwacher
Sceneggiatura:
Emma Dante
Durata:
92
Origine:
Svizzera
Italia
Francia
Distribuzione:
Istituto Luce Cinecittà

Comments are closed.